LA PORTA SANTA

Il segno della Porta Santa, che caratterizza così fortemente il Giubileo, evoca il passaggio che ogni cristiano è chiamato a compiere dal peccato alla grazia. Leggi…

GIUBILEO VIRTUALE

Editorial

Certificato di Partecipazione

In occasione dell’Anno Santo 2016, il portale Il-Giubileo2016.com ha pensato di fornire ai suoi visitatori uno spazio virtuale il cui intento è quello di riunire tutti coloro che condividono lo spirito del Giubileo. Attraverso l’iscrizione alla Community de “Il-Giubileo2016.com” è infatti possibile esprimere la propria partecipazione virtuale ed ottenere il Certificato di Adesione alla Community. Leggi…

Videos


TERTIO MILLENNIO ADVENIENTE

GIOVANNI PAOLO II

Preparazione al Giubileo dell'Anno 2000

 

Il 10 novembre 1994 il Papa Giovanni Paolo II ha promulgato la Lettera Apostolica Tertio Millennio Adveniente indirizzata “all'Episcopato, al clero, ai religiosi e ai fedeli laici circa la preparazione al Giubileo dell’Anno 2000”. Il documento è composto da una breve introduzione e da cinque capitoli. L'introduzione si focalizza sull'argomento centrale: il Giubileo è la celebrazione dell'Incarnazione redentrice del Figlio di Dio, Gesù Cristo.


CAPITOLO I, GESÙ CRISTO È LO STESSO IERI E OGGI, mette in evidenza il significato e l'importanza della nascita di Gesù Cristo. Egli, il Figlio di Dio, si è fatto uno di noi per rivelare il disegno di Dio nei riguardi di tutta la creazione e più in particolare nei riguardi del genere umano. Questo è il punto essenziale che differenzia il Cristianesimo dalle altre religioni: è Dio stesso che viene in persona a parlare di sé all'uomo e a mostrargli la via attraverso la quale è possibile raggiungerlo. L'Incarnazione di Gesù Cristo testimonia che Dio cerca l'uomo per indurlo ad abbandonare le vie sbagliate.


CAPITOLO II, IL GIUBILEO DELL'ANNO 2000, sottolinea le origini della tradizione dell’Anno Santo ed il profondo significato che riveste il Giubileo del 2000, che segna la fine di un millennio e l’inizio di uno nuovo. Dio, con l'Incarnazione, si è calato dentro la storia dell'uomo. L'eternità è entrata nel tempo e manifesta che Cristo è il signore del tempo. Per questo nel Cristianesimo il tempo ha un'importanza fondamentale e nasce il dovere di santificarlo. Così diventa comprensibile l'usanza dei Giubilei, che ha inizio nell'Antico Testamento e ritrova la sua continuazione nella storia della Chiesa. Gesù stesso proclama l’anno di grazia del Signore. Per la Chiesa il Giubileo è un anno speciale di grazia, un anno della remissione dei peccati e delle pene, un anno di riconciliazione tra tutti i contendenti.


CAPITOLO III, LA PREPARAZIONE DEL GRANDE GIUBILEO, evidenzia i vari eventi che hanno contribuito e contribuirono al cammino di preparazione per il Giubileo del secondo millennio Cristiano, a cominciare dal Concilio Vaticano II, evento provvidenziale concentrato sul mistero di Cristo e della sua Chiesa e, soprattutto, evento aperto al mondo che ha consentito di avviare la preparazione al Giubileo del secondo millennio. Un’apertura che è stata una risposta evangelica ai cambiamenti mondiali e soprattutto alle drammatiche vicende del XX secolo che hanno dimostrato quanto il mondo avesse necessità di purificazione. «La migliore preparazione al nuovo millennio sarà il rinnovato impegno a mettere in pratica gli insegnamenti del Concilio Vaticano II nel rispetto della dignità di ogni persona e della Chiesa nel suo insieme» disse il Papa Giovanni Paolo II. Altri eventi di preparazione alla scadenza bimillenaria della nascita di Cristo furono una sequenza di Sinodi generali, continentali, regionali, nazionali, ma anche nazionali e diocesani, che si occuparono di diversi temi riguardanti la vita della Chiesa, ma il cui tema di fondo fu proprio quello della nuova evangelizzazione. Il Papa, inoltre, sottolineò l’importanza dei Giubilei locali in preparazione al Grande Giubileo, un Anno Santo che avrebbe raccolto anche i frutti dell’Anno Santo Straordinario di Redenzione 1983 e dell’Anno Mariano 1986-1987.


CAPITOLO IV, LA PREPARAZIONE IMMEDIATA, prospetta uno specifico programma di iniziative in preparazione al Grande Giubileo, a partire da una fase a carattere antepreparatorio (1994-1996) avente lo scopo di ravvivare nei Cristiani la consapevolezza del valore e del significato che il Giubileo del 2000 riveste nella storia umana, e da un triennio (1997-1999) incentrato sulla celebrazione del mistero di Cristo, Figlio di Dio fatto Uomo e quindi Trinitario. La riflessione si sarebbe incentrata nel 1997 su Cristo, nel 1998 sullo Spirito Santo e nel 1999 su Dio Padre, dal quale Cristo è stato mandato e al quale è ritornato.